LA RIVISTA DELLA
2a GIORNATA DIGITALE SVIZZERA
25 OTTOBRE 2018

digitalswitzerland

Social Media

Dati & Fiducia

Lavoro & Professione

Vita & Società

Sponsored

LA RIVISTA DELLA 2a GIORNATA DIGITALE SVIZZERA 25 OTTOBRE 2018

Appartamento a portata di cellulare per i Berner
Max Fischer

L’abitazione intelligente ha davvero senso e diverte solo nella terza età. Sistemi moderni di gestione della casa semplificano l’indipendenza alle persone anziane.

llustrazione: Shutterstock

Sicuramente vi sarete già stizziti per l’invito di ritiro giallo della posta. Non succederà più. Quando il postino suona il vostro campanello e voi non siete a casa, squilla il vostro cellulare. Sullo schermo vi appare l’impiegato della posta. Tramite telefono aprite la porta del garage e il postino può lasciare lì il pacco. Dall’ufficio o dalla spiaggia richiudete la porta con un clic.
Sembra fantascienza, ma è già oggi realtà. I sistemi di gestione della casa di ABB semplificano la vita ai giovani e permettono agli anziani di mantenere la loro indipendenza. Ne sono un esempio Daniel Berner e Marianne Oesch Berner. Entrambi pensionati, si sono trasferiti nella loro nuova abitazione a fine 2017. E non è una casa per anziani.

Sembra fantascienza, ma è già oggi realtà.

Al contrario, la loro nuova casa è l’ultramoderno complesso connesso in rete bonacasa smart home a Utzensdorf (BE). Bonacasa è leader svizzero nel settore dell’abitare con impiantistica connessa, servizi abitativi individuali e architettura sostenibile. «Stiamo benissimo al momento, siamo autonomi e non abbiamo bisogno di alcun aiuto. Tuttavia quando magari non riusciremo più a gestire la casa da soli», spiega Marianne Oesch Berner, «saremo felici di poter contare su questo sostegno».


Ha ragione. Gli abitanti di un appartamento bonacasa possono richiedere un servizio di maggiordomo come in albergo. Il telefono di servizio organizza ad esempio una donna delle pulizie, un artigiano o chiama un taxi sulla porta di casa. E il concierge dà da mangiare al gatto e arieggia
l’appartamento durante le vacanze. Anche pratico: per gli abitanti più anziani si occupa dello smaltimento delle pesanti pile di giornale. Per le emergenze la centrale d’allarme è disponibile 24/7. I Berner ordinano il pranzo tramite app. Una comodità per giovani e anziani: tutti gli appartamenti sono costruiti senza barriere architettoniche. È un vantaggio enorme per gli anziani, le persone con handicap, ma anche per le famiglie con bambini.

Possiamo gestire tutto dal divano. È geniale.

Ciò che più appassiona attualmente Daniel Berner è il moderno sistema di gestione della casa di ABB free@home. «Mi permette di configurare le luci, le tapparelle e il riscaldamento in tutto l’appartamento», afferma l’ingegnere pensionato. Ecco come funziona: tramite smartphone accende comodamente la luce e abbassa le tapparelle, senza alzarsi dal divano. Cervello invece di muscoli? «Ma no, la configurazione non è stata poi così difficile», afferma Berner con modestia. Il pezzo forte: «Possiamo controllare ogni stanza singolarmente», racconta entusiasta. «Nella camera da letto preferiamo avere una temperatura di uno-due gradi inferiore a quella del salotto». Estremamente comodo: tramite trasmissione video sullo schermo del cellulare è possibile sorvegliare l’ingresso e aprire le porte di casa con un clic.

Se con l’età si diventa un po’ smemorati, non c’è ragione di preoccuparsi molto con bonacasa: la funzione Goodbye spegne automaticamente il ferro da stiro o il forno. Un’ulteriore sicurezza è garantita dal rilevatore di fumo e di acqua. La giusta atmosfera azionando un pulsante: a seconda della necessità, le soluzioni smart home accendono la luce adeguata per lavorare o per rilassarsi davanti alla TV. L’assistente vocale Alexa non soltanto capisce «Spegnere tutte le luci», ma risponde perfino «Ok. Tutte le luci sono spente».
Il rilevatore di movimento accende e spegne da solo la luce non appena registra un movimento. Non ha senso riscaldare completamente la casa quando nessuno è presente. Gli abitanti possono definire il proprio profilo di riscaldamento a seconda della propria routine quotidiana e questo in modo individuale per ogni stanza.
Daniel Berner è convinto che con l’avanzare dell’età la tecnica sarà un aiuto sempre maggiore. Prima doveva alzare con molta fatica la pesante tenda da sole. «Ora tocco lo schermo del cellulare».Molti dei suoi amici temono la tecnica. «Ma la configurazione non è stata così difficile», afferma. È convinto: «Gli apparecchi e gli impianti connessi in rete prolungano il tempo in cui una persona può vivere autonomamente nel proprio appartamento». E soprattutto gioiscono borsellino e ambiente: il sistema di gestione della casa sviluppato dalla multinazionale elettronica leader a livello mondiale ABB riduce sensibilmente il consumo energetico.